dampyr02.jpg
Il tipo nella barca ha un bel cerotto sulla bocca. A quanto pare il suo aguzzino vuole evitare che riesca a chiedere aiuto.
dampyr03.jpg
Quando il tipo viene ucciso stranamente non ha più la bocca incerottata, ma subito dopo la propria esecuzione si ritrova di nuovo il pezzo di nastro adesivo sulle labbra.
Numerosi esperti concordano sul fatto che imbavagliare un cadavere è generalmente una perdita di tempo.
Da “Dampyr N.120 – L’ombra del drago”, sceneggiatura di Diego Cajelli, disegni di Marco Santucci.
Grazie a Claudio.
Tigre-Bianca01.jpg
Stiamo pensando di realizzare le magliette del blog, abbiamo buttato giù diverse proposte per l’immagine che verrà impressa sulle t-shirts, le più gettonate sono una mano con sei dita o, in alternativa, un telefono con solo nove numeri.
Da “Tigresse Blanche”, sceneggiatura di Yann, disegni di Didier Conrad.
Grazie a Geppo.
Iron-Man01.jpg
Secondo Wikipedia: “I Dinosauri (Dinosauria, Owen  1842) (dal greco δεινός, terribile  e σαῦρος, lucertola) sono un gruppo di rettili di varie dimensioni, appartenenti alla sottoclasse degli arcosauri, che dominarono l’ecosistema  terrestre per oltre 160 milioni di anni e apparvero tra la fine del Triassico  medio e l’inizio del Triassico superiore. Si estinsero  completamente circa 65 milioni di anni fa, alla fine del periodo Cretaceo.”

Da “Iron Man e i Potenti Vendicatori”, sceneggiatura di Christos N. Gage, disegni di Butch Guice.

Grazie a Ukj.

ChitoGrant01.jpg
Se decidi di ambientare un fumetto nel far west è sempre buona regola mettere TUTTE le scritte sulle insegne nella lingua locale, anziché nella propria lingua madre.
A meno che non si tratti di un medico francese che cura solo suoi compaesani immigrati nel Nuovo Mondo.
Da “Chito Grant”, sceneggiatura di Djian, disegni di David Etien.
Grazie a Geppo.
Myrkos01.jpg
Ahi ahi, il ragazzo confessa di non avere i soldi per pagare il vino col quale si è ubriacato. Per punirlo il buttafuori della taverna lo scaraventa su di un tavolo e, per umiliralo maggiormente, prima gli infila anche un paio di calzari.
Da “Myrkos”, sceneggiatura di Jean-Charles Krahen, disegni di Juan Miguel.
Grazie a Geppo.
Caravan16.jpg
Sul muro della stanza è ben visibile un poster ritraente il logo del gruppo musicale”Bishoonen”. Peccato che la sequenza sia ambientata negli anni ’80, mentre, a giudicare da quanto si legge nel sito del gruppo, i Bishoonen non si sono formati che nel 1999.
Da “Caravan N.6 – America, America”, sceneggiatura di Michele Medda, disegni di Andrea Cuneo.
Grazie a Sonia.