042521365X.01.LZZZZZZZ.jpg
Questa la postiamo come omaggio, ma in realtà non sappiamo bene quale dovrebbe essere la sua giusta collocazione.
Quella che vedete qua sopra è la copertina di “A killing in comics”, romanzo di Max Allan Collins. Il disegno è opera di Terry Beatty.
Al momento di pubblicare la versione italiana in casa Mondadori devono aver sentito il bisogno di affidare a qualcuno la creazione di una nuova copertina (idea che ci sembra un po’ bizzarra, si tratta di un volume illustrato, perché non metterci un disegno dello stesso Beatty?).
Se ne è occupatao l’illustratore Massimo Basili, che ha pensato (glielo avranno richiesto esplicitamente?) di non discostarsi troppo dalla cover originale. Il risultato è questo:
omicfull.jpg

 

Grazie a Umberto detto Umbran.

Dyd51.jpg
In questa scena Dylan ed il suo amico devono risolvere un enigma saltando nella giusta sequenza sopra i numeri riportati sul pavimento.
A rendere tutto più difficile c’è anche che i numeri sembrano cambiare da una vignetta all’altra.
Da “Dylan Dog N.290 – L’erede oscuro”, testi di Giuseppe De Nardo, disegni di Daniele Bigliardo.
Grazie a Marco.
kapwotso.jpg
Un consiglio agli aspiranti disegnatori: se dovete scrivere qualcosa su di un’autocompattatore accertatevi di riprodurre SEMPRE la stessa parola.
Domani affronteremo un nuovo spinoso argomento “come comportarsi quando bisogna scrivere qualcosa su un barattolo di biscotti.”

Da “Kick-ass #4”, sceneggiatura di Mark Millar, disegni di John Romita Jr.
Grazie a Giuseppe.

Julia02.jpg
Come dice un antico proverbio:
“La luna è mentitrice: quando dice che cresce (disegna una C) è decrescente,
quando dice che decresce (disegna una lettera D) è crescente”
Da “Julia N.146 – Il cecchino”, sceneggiatura di Giancarlo Berardi e Maurizio Mantero, disegni di Enio.
Grazie a Umberto

 

fant4_01.jpg

 

Ci scrive Ukj per segnalare una stranezza scientifica uscita dalla bocca di Mr Fantastic:

“Del ferro (solido) sono noti tre soli stati allotropici: alfa, gamma e delta. Del teta (o theta) nulla si sa.”

 

Da “La Torcia 1 (di 2)”, sceneggiatura di Mike Carey, disegni di Patrick Berkenkotter.