Giuseppe ci ha inviato una segnalazione che noi non saremmo mai in grado di spiegare con parole nostre senza farci esplodere la testa.

Per questo prenderemo in prestito le sue:

>ad un cubo di cui vediamo tre facce complete, segue un ulteriore
punto di vista in cui si scopre una faccia completa adiacente ad una faccia con il solo pezzo centrale(!) in disordine

intanto cerco di dirla subito in due parole:

come si vede nella simulazione che allego, con il cubo in una configurazione del genere
anche portando ad uno stato di risoluzione più avanzata possibile le rimanenti facce
è impossibile avere almeno due facce complete adiacenti

mentre nella vignetta precedente non solo è proprio quello che si vede
ma se ne può dedurre persino una terza!

tre facce complete, tutte e tre adiacenti tra loro:
combinazione con la quale sarebbe impossibile avere una quarta faccia completa con il centro in disordine,
a precindere dallo stato di risoluzione delle due rimaste

adesso invece cerco di dare una inutile spiegazione a quanto ho scritto:

i pezzi di un cubo non possono assumere tutte le combinazioni possibili e immaginabili
muovedosi “vincolati” ai loro assi di rotazione

quando vediamo un cubo apparentemente in disordine
quella è una delle relativamente “limitate” combinazioni che i pezzi del cubo possono assumere

se ad esempio si smontasse il cubo e lo si rimontasse casualmente le combinazioni che si potrebbero ottenere sono
più numerose (non chiedetemi di quanto) di quelle raggiungibili facendo girare i pezzi di un cubo propriamente montato

insomma i pezzi mantengono sempre una certa “dipendenza” tra loro
tanto che è semplicemente impensabile, ad esempio, poter avere un solo unico pezzo orientato male
in un cubo perfettamente completo

ma il caso in questione è ancora più curioso
perché se è già impossibile avere un cubo completo con un singolo pezzo in disordine, qualunque esso sia,
è comunque ovvio che se il pezzo in questione è un centro, inevitabilmente un altro centro debba aver preso il suo posto!

ora, i pezzi centrali delle facce del cubo sono gli unici non intercambiabili,  gli unici “fissi”,
nel senso che tra di loro sono sempre nella stessa relazione

non possono quindi essere scambiati due centri adiacenti,
possiamo solo:
farli ruotare tutti insieme dimodoché a nessuna delle facce corrisponda il suo
o invertire due opposti che tenderanno comunque a ristalibire la corretta relazione con i rimanenti centri
se vogliamo che tutti gli spigoli e gli angoli mantengano il giusto orientamento
…con le conseguenze che si vedono nell’immagine (l’inevitabile scambio degli ulteriori due centri consecutivi)

Insomma l’unica spiegazione plausibile è che quel cubo sia stato smontato e rimontato male (magari da qualcuno frustrato dall’incapacità di risolverlo), il che spiegherebbe perché a Fred, a pagina 95, “rimane sempre qualche casella fuori posto”

 

..fiuuu…

 

Caravan18.jpg
Da “Caravan N.11 – Rivelazioni”, sceneggiatura di Michele Medda, disegni di Fabio Valdambrini.
Grazie a Giuseppe.
Il pelo nel cubo 2ultima modifica: 2010-05-09T10:43:16+02:00da nuvoleanomale
Reposta per primo quest’articolo

One Thought on “Il pelo nel cubo 2

  1. Poche ragazze da quelle parti, vero?

Lascia un commento

Post Navigation