tex01.jpg
Una vignetta tratta da “Tex n.502 – Una trappola per Carson”, sceneggiatura di Claudio Nizzi, disegni di Claudio Villa.
tex02.jpg
Questa è una vignetta tratta da “Tex N.581 – Lo sceriffo indiano”, sceneggiatura di Tito Faraci, disegni di Gianluca e Raul cestaro.
tex03.jpg

Confronto con ribaltamento.
A onor del vero, più che un omaggio voluto non escludiamo che i due si siano semplicemente rifatti allo stesso riferimento fotografico.
Grazie a Paolo.
Se mi volevi fare un omaggio andava bene anche uno spumantino: i Cestaro omaggiano Villaultima modifica: 2010-09-05T14:10:00+02:00da nuvoleanomale
Reposta per primo quest’articolo

4 Thoughts on “Se mi volevi fare un omaggio andava bene anche uno spumantino: i Cestaro omaggiano Villa

  1. non c’è proprio nessuna connessione tra le due immagini, questa volta avete preso un abbaglio! 😉

  2. Urca! Bisogna avere la vista un pò appannata per non vedere la connessione.
    La posizione è esattamente la stessa,basta vedere la posizione delle gambe di quello che viene lanciato e il drappeggio sui pantaloni. Per non parlare delle luci che sono quasi le stesse e del cappello/testa di tex che è nella stessa posizione. Per me sono uguali.

  3. Quello è un Koshi-waza.
    Caricamento sull’anca e proiezione a terra dell’avversario.
    Si esegue in quel modo lì, in quella posizione lì, in quella “posa” lì.
    Altrimenti non funziona.
    Basta mettere il nome della tecnica su google immagini per vedere un sacco di foto tutte uguali.

  4. No ragazzi dai,non parliamo di judo sparando mosse a caso.
    Prima di tutto quello è un classico ippon seo naghe e su questo non ci piove.
    Secondo,la posizione del braccio di Carson/Tex in tutte e due le immagini,guarda il caso, è scorretta! Basta ,appunto, vedere su google immagini e ci si rende conto.
    Terzo,anche se la mossa si esegue in quel modo e in quella posizione,non è detto che devi disegnarla con la stessa inquadratura!

Lascia un commento

Post Navigation