Il N.320 di Martin Mystère “Anni trenta” (sceneggiatura di Alfredo Castelli, disegni di Giancarlo Alessandrini) è una sarabanda di citazioni cinematografiche, dove si rincorrono senza soluzione di continuità innumerevoli riferimenti a note e meno note pellicole degli anni ’30, difficile dunque stabilire se all’apparire di un improvviso anacronismo ci troviamo difronte ad un errore o meno. Umbran però ci fa notare un curioso quanto piccolo dettaglio che probabilmente è frutto di una svista.

La vicenda, come da titolo, si svolge nella terza decade del ventesimo secolo e tutto nell’ambientazione è coerente col periodo, ad eccezione di un piccolo dettaglio.

Myst02.jpg

Sulla sommità dell’Empire State Building si è arrampicato questo gigantesco scimmione (be’, non c’è bisogno di dire quale film viene citato qui).

Sulla cima dell’edifico però svetta una lunga antenna che in realtà venne installata solo negli anni ’50, dunque è impossibile che possa trovarsi lì una ventina di anni prima.

Kong.jpg

 

Grazie ad Umbran.

Roba di scimmie e antenneultima modifica: 2012-06-14T17:58:47+02:00da nuvoleanomale
Reposta per primo quest’articolo

One Thought on “Roba di scimmie e antenne

  1. Ovvio alla Bonelli probabilmente non hanno interesse nel documentarsi, visto che nella segnalazione viene evidenziato un fotogramma tratto dall’omonimo film… Quindi bastava guardare e verificare quanto gia fatto.
    Ma sai com’è , regola imperis, non ho voglia, non me ne frega niente, etc. Etc.

Lascia un commento

Post Navigation