JanDix01.jpg
La signora al telefono riceve una buona notizia, la figlia e la nipote vengono a trovarla dalla Russia. Peccato che le due non siano ferrate in geografia e invece che dirigersi verso Amsterdam, dove la madre/nonna risiede, abbiano deciso di scendere verso l’Italia.
O forse le due dall’Italia vanno a pranzo dalla donna in Olanda? Potenza della Ryanair.
Da “Jan Dix N.7 – La guerra”, sceneggiatura di Carlo Ambrosini, Disegni di Paolo Bacilieri, lettering di Riccardo Riboldi.
Grazie a Claudio
Bianchi01.jpg
La tuta di Corazza (lo so, detta così suona male) mostra tutti i suoi poteri mutanti e oltre alla “X” sul petto ne fa le spese anche anche la fibbia di chiusura (così la chiamano su Wikipedia) delle cinture di sicurezza.
Da “Astonishing X-Men #25” di Warren Ellis (sceneggiatura) e Simoni Bianchi (disegni).
Grazie a Nessuno82.

7psico.jpg
Io no sicuro di ben capire ciò che essi dicere. Può anche darsi che non-
Da “Sette psicopatici” di Fabien Vehlmann (sceneggiatura) e Sean Phillips (disegni). Edizione italiana ad opera di Planeta DeAgostini.
Grazie a Pasquale.
Gamba-sbagliata-.jpg
Qualcosa di strano accade in questa sequenza tratta da “Topolino e il mistero di Tapioco Sesto”, a firma del maestro Romano Scarpa .
Sfogliando un numero di Topolino qualcuno potrebbe domandarsi: ma come mai Pietro Gambadilegno non ha la gamba di legno? O almeno, perché non l’ha più?
Secondo la tesi più accreditata si è deciso di ridare al nostro l’uso di entrambe le gambe proprio perché i disegnatori non riuscivano mai a ricordare da quale parte stesse la protesi.
Possiamo ben rendercene conto mettendo a confronto questa scena con la seguente vignetta (quasi coeva) da “Topolino e lo strano potere del Flip” ad opera di Floyd Gottfredson.
Gamba-strano-potere-del-fli.jpg
Grazie ad Amilcare
Cornelio01.jpg
Lo so, sembrava un buon affare, un bel telefono antico, prezzo modico, un bello squillo. E sì che squilla, le telefonate le riceve.
Il problema insorge quando devi comporre un numero con lo zero.
Da “Cornelio – Delitti d’autore N.1 il club della paura”, sceneggiatura di Giuseppe Di Bernardo, disegni di Marco Fara e Daniele Statella.

Grazie a Roberta.

Hunt01.jpg
Qui quello che sta accadendo è piuttosto chiaro. Dei tipi in giacca e cravatta in mezzo al deserto vengono terrorizzati dal gigantesco Mostro di Castagnaccio™. Scappano su una jeep con tre finestrini. Poi, uno di loro, infastidito da uno spiffero, chiede ad un compagno: puoi chiudere un finestrino? E l’altro lo prende alla lettera.
Da “Huntik – Secrets & Seekers N.4: i tesori di Alessandria”, sceneggiatura Michelangelo La Neve, disegni Denis Medri.
Grazie a Gordon79.
Myst01.jpg
E’ bello sapere che c’è sempre un’amica pronta a darti una mano. E anche di più.
Da DYLAN DOG & MARTIN MYSTERE “Ultima fermata: l’incubo!”. Disegni di Giovanni Freghieri
Grazie a Gea.