Nonostante la serie Caravan si sia ormai conclusa, continuiamo a ricevere segnalazioni come piovessero. Stavolta Ciana86 ci fa notare un passaggio piuttosto bizzarro all’interno dell’ultimo volume, il N.12, intitolato “I cancelli dell’Eden” (sceneggiatura di Michele Medda, disegni di Giancarlo Olivares).
Caravan22.jpg

“[…] In breve: Davide Donati con la sorella e Jolene Shawnessy con la madre si
erano nascosti in una città dove la carovana si era fermata.
La carovana era quindi ripartita senza di loro; durante il tragitto notturno
della carovana, Lance che si era “sostituito” a Davide e guidava a rimorchio il
camper dei Donati, fa saltare il camper e fugge con la macchina nel deserto.
La fuga di Lance viene subito fermata dai soldati (che credono che in auto ci
siano Davide & Company).
Sappiamo da Davide che la fuga di Lance dovrebbe essere un diversivo per
guadagnare tempo ma non ha senso.
Infatti i soldati si sono accorti dell’assenza di Davide e gli altri solo
quando hanno fermato l’auto in fuga e si sono resi conto che a guidarla non era
Davide ma Lance. A quel punto si sono ovviamente messi alla ricerca (con il
satellite) di Davide, la sorella e le Shawnessy.
Senza quello stupido diversivo probabilmente non avrebbero mai scoperto (o
comunque lo avrebbero scoperto più tardi) che era Lance a guidare il camper dei
Donati[…]”

Alcuni nostri lettori sono capaci di andare a scandagliare qualsiasi microscopico recesso della pagina pur di rivelare un blooper.

E’ il caso di Ciana86 che ci sottopone la seguente segnalazione.

 

Caravan19.jpg
“Vista l’ora”…sicuramente è notte fonda.
Caravan20.jpg

Però secondo questo ingrandimento del video (cogliamo l’occasione per ringraziare l’ente spaziale americano che ci ha prestato il microscopio) potrebbero essere solo le 10:40 del mattino.

 

Da “Caravan N.12 – I cancelli dell’Eden”, sceneggiatura di Michele Medda, disegni di Giancarlo Olivares.

Grazie a Ciana86.