Dyd76.jpg

La famosa “Pocice” londinese, il gruppo scelto che persegue i crimini legati a strafalcioni grammaticali, errori di sintassi e abusi linguistici.

Da “Dylan Dog N.305 – Il museo del crimine”, sceneggiatura di Giovanni Gualdoni, disegni di Nicola Mari.

Grazie a Roberta.

Guarda un po’ quanto è veloce Dylan Dog ad infilarsi la giacca.

 

Dyd54.jpg
A onor del vero non crediamo si tratti  di una svista di Nicola Mari; in questa storia Dylan si improvvisa uomo di fatica per poter indagare all’interno di una casa di riposo; nelle scene in cui è alle prese con lavori domestici quali pulire i vetri delle finestre o potare le piante del giardino l’indagatore dell’incubo è in camicia, ma stranamente il tratto con cui sono disegnati i suoi abiti sembra farsi più incerto e pasticciato. Con tutta probabilità in redazione non hanno reputato logico che Dylan Dog svolgesse lavori pesanti senza nemmeno togliersi la giacca e hanno deciso di chiamare Quellocheritoccaidisegni per rimettere mano ad alcune scene. Comportamento anche comprensibile, ma perché non ritoccare le pagine fino in fondo invece di far ricomparire la giacca nel bel mezzo di un botta e risposta?
Dyd55.jpg

Da “Dylan Dog N.293 – Gli ultimi immortali”, sceneggiatura di Giovanni di Gregorio, disegni di Nicola Mari.

Grazie a Claudia.

Dyd53.jpg

Dylan Dog è stupito dallo strano fenomeno per il quale le lancette di questa pendola scomparaiono e ricompaiono misteriosamente… ma nessuno sembra notare la singolare disposizione dei numeri sul quadrante dell’orologio.

Se è una cosa voluta ammettiamo di non averla capita, se qualcuno sa spiegarcelo non esiti.

 

Da “Dylan Dog N.293 – Gli ultimi immortali”, sceneggiatura di Giovanni Di Gregorio, disegni di Nicola Mari.

 

Grazie a Poldo.

Dyd37.jpg
Non aveva che da arrivare alla porta in fondo al corridoio, ma a giudicare dall’orientamento delle maniglie e dal numero di sbarre alle finestre si direbbe aver preso un’altra strada.
Da “Dylan Dog N.284 – Nel segno del dolore”, sceneggiatura di Bruno Enna, disegni di Nicola Mari.
Grazie a Pippo.
Dyd35.jpg
Questa ragazza è dotata di poteri eccezionali, riesce perfino a scendere dall’auto dal lato opposto a quello nel quale si trova.
Da “Dylan Dog N.284 – Nel segno del dolore”, sceneggiatura di Bruno Enna, disegni di Nicola Mari.
Grazie a Pippo.
Dyd29.jpg
La situazione di queste donne, ritratte in vari momenti della loro vita è piuttosto chiara: sono due gemelle siamesi attaccate per il tronco, hanno tre braccia in due, l’arto centrale è posto frontalmente.
Dyd30.jpg
Questa deve essere un’immagine risalente al primo tentativo di separarle chirurgicamente, non è andato molto bene, a causa di una distrazione del chirurgo hanno anche cambiato sesso.
Da “Dylan Dog N.245 – Il cimitero dei freaks”, sceneggiatura di Paola Barbato, disegni di Nicola Mari.

Grazie a Busta.